Abbigliamento tecnico Lurbel

A cura di Luca Gargiulo

abbigliamento tecnico Lurbel

Negli ultimi mesi ho avuto il piacere di testare alcuni capi tecnici Lurbel, azienda produttrice di abbigliamento tecnico sportivo completamente realizzato a Valencia, in Spagna.

Nel dettaglio, ho messo alla prova:

  • Intimo tecnico canotta Freedom (Freedom Singlet)
  • Intimo tecnico maglia a manica lunga Cristallo (Cristallo Long sleeves)
  • Maglia tecnica a manica corta Spirit (Spirit short sleeves)
  • Pantalocini Samba (Samba Shorts)
  • Fascia per la testa (Band)
  • Guanti Alaska (Alaska gloves)
  • Calzini Desafio (Desafio socks)
  • Calzini Gravity (Gravity socks)
  • Zaino Kylie Pro (Kylie Pro)

Ci tengo molto a sottolineare che il completo maglia a maniche corte Spirit, Pantalocini Samba e calzini Gravity è la divisa ufficiale del Trail Running Team di Lazio Outdoor, uno dei rari Team di atleti agonisti devoti al trail running nel Centro Italia, con sede a Tivoli (RM), del quale sono il coach e co-fondatore insieme al presidente dell’associazione Fabio Salati.

Attività di utilizzo:

Corsa, corsa in montagna (trail running), ciclismo su strada, mountain bike

Dove li ho testati:

Percorsi in collina in asfalto/off-road.

Trails a piedi (trail running) in collina/montagna, erbosi, boscosi e rocciosi, con quote fino a 2200m s.l.m.

Trails in mountain bike in collina/montagna, erbosi, boscosi e rocciosi, con quote fino a 1000m s.l.m.

Strade asfaltate di collina/montagna in bici da strada con quote fino a 2100m s.l.m..

Condizioni tecniche:

Allenamenti di breve/media durata (45/120 minuti) con fasi ad alta/altissima intensità.

Allenamenti di media/lunga durata a bassa/media intensità (fino a 13 ore consecutive). Allenamenti di lunga durata di trail running e mountain bike su percorsi con lunghi tratti in neve fresca (circa 3/4h consecutive con neve alta fino a 50cm)

Come unico strato oppure, nel caso delle maglie (canotta Freedom e maglia a maniche lunghe Cristallo) come primo strato sotto ulteriori capi tecnici: maglie tecniche da running/ciclismo a maniche corte e maniche lunghe, giacca antivento/antipioggia, gilet tecnico antivento/antipioggia, gilet tecnico in piumino.

Condizioni meteo:

Qualsiasi condizioni meteo: sereno, nuvoloso, piovoso con pioviggine/temporali/piogge incessanti, nevicate deboli. Temperature fra i -2° e i 25/28°. A volte vento forte.

Durata della prova

Otto mesi, da Ottobre a Maggio.

Il test

Toccando con mano i capi tecnici Lurbel nuovi “di zecca” la prima impressione è di materiali di altissima qualità: sono leggeri, morbidi e piacevoli al tatto, con una sensazione davvero “naturale”. Estremamente elastici nella prova di “stretch”.

Si nota subito la qualità dei materiali utilizzati e la cura di ogni dettaglio, primo tra tutti l’assenza di cuciture per garantire il massimo comfort ed escludere il rischio di abrasioni durante l’utilizzo.

I prodotti che ho testato sono caratterizzati da un design semplice e grafiche “pulite”. Le maglie intime tecniche del test sono caratterizzate da toni “pacati” e poco sgargianti, ma gradevoli; poca la scelta delle colorazioni disponibili. Diverso il discorso per la fascia per la testa, la maglia tecnica spirit e i pantaloncini Samba, disponibili in varie colorazioni con diverse possibilità di scelta anche su toni più “accesi”, ma mai eccessivamente appariscenti, in pieno stile Lurbel.

Allargando con le mani i capi tecnici Lurbel, anche in maniera piuttosto “brutale”, si nota la grande elasticità e qualità dei materiali utilizzati: una volta annullata la tensione, il prodotto torna ad assumere immediatamente la sua forma iniziale, risultando solo leggermente “allentato” e nemmeno minimamente “sbrillentato”.

Una volta indossati gli indumenti aderiscono perfettamente al corpo, grazie alle grande elasticità ed ergonomia, confermando a pieno la sensazione di comfort e morbidezza: una sensazione di “libertà”, di indossare davvero una “seconda pelle”. Sono fascianti, aderenti ma non stretti, senza alcun segno di pieghe e grinze, dando quella sensazione di piacevole “sostegno” piuttosto che di vera e propria com-pressione (che personalmente non amo, la trovo poco confortevole). Tali caratteristiche  li rendono confortevoli e performanti durante l’utilizzo in attività estremamente dinamiche come il trail running e la mountain bike, nelle quali sono richiesti movimenti ciclici e continui per molto tempo consecutivo e, in alcune occasioni, movimenti ampi e repentini per la stabilizzazione e per evitare ostacoli in caso di terreni tecnici/molto sconnessi. I prodotti Lurbel seguono ogni movimento senza perdere elasticità e aderenza con la pelle, nemmeno dopo molte ore consecutive di utilizzo: aspetto fondamentale per garantire la loro piena funzionalità termica/traspirante e il comfort dell’utente. Dopo qualche minuto si dimentica di indossarli, fino al termine dell’attività, quando arriva il momento di cambiarsi.

Dopo circa otto mesi di utilizzo intensivo (con una media di utilizzo di due/tre volte a settimana per ogni capo) in qualsiasi condizione metereologica (fango, temporali, pioggia battente, neve, vento forte) e negli ambienti più impervi (percorsi con pozzanghere, fango, terra, vegetazione fitta e selvaggia, rami, arbusti, rovi), di frequenti lavaggi in lavatrice e asciugature in asciugatrice (seguendo le indicazioni precise e meticolose riportate in etichetta), i capi Lurbel sono ancora in ottimo stato. Non si notano segni evidenti di “cedimento” e perdita di elasticità del tessuto. I tessuti sono leggermente meno morbidi rispetto al nuovo, ma in maniera appena percettibile: proprio a ricercare il pelo nell’uovo! D’altronde, con almeno 60/70 utilizzi e “maltrattamenti”, lavaggi e asciugature alle spalle, sarebbe inverosimile il contrario! I capi tornano sempre alla loro dimensione di partenza, mantengono un’ottima morbidezza e il tono del colore iniziale. Il tessuto è intatto senza alcun segno evidente di consumo e di abrasioni. Nonostante abbia utilizzato tutti i capi elencati in questo articolo come unico strato o strato più esterno su percorsi con natura selvaggia e incontaminata, dove non è stato raro “aggrapparsi” e “liberarsi” dai rami e dai rovi anche in maniera piuttosto irruenta (sentieri poco manutenuti, qualche fuori sentiero, poi il maltempo di fine Dicembre/Gennaio e le abbondanti nevicate hanno fatto il resto), il bilancio è di un po’ di fili “tirati”, senza segni evidenti di strappi e lacerazioni del tessuto tali da comprometterne la funzionalità, l’utilizzo e l’aspetto estetico.                                                             Posso affermare con convinzione che i capi tecnici che ho utilizzato sono duraturi e resistenti!

Una piccola nota in merito alla scelta della taglia: i capi Lurbel calzano poco. Tra quelli che ho testato in questo articolo, in particolar modo i pantaloncini Samba potrebbero richiedere una taglia in più di quella usuale. Il mio consiglio è di provarli prima dell’acquisto, se possibile, oppure di seguire attentamente la dettagliata guida alle taglie riportata sul sito ufficiale. Ci tengo comunque a sottolineare come la differenza tra le varie misure non sia eccessiva, e di conseguenza il margine di errore sulla scelta della taglia corretta molto ridotto. La scelta di una taglia “in più o in meno” può dipendere anche dal grado di comfort e/o compressione desiderati dall’utente.

Le tecnologie utilizzate da Lurbel (IDT – Inovative Dual Technology e Silver Base Layer), in combinazione con l’elevata qualità dei materiali scelti, garantiscono elevate proprietà antibatteriche e traspirabilità degli indumenti. Durante il test ho potuto riscontrare la quasi assenza di cattivi odori dei capi tecnici che ho indossato, anche dopo molte ore di utilizzo, in qualsiasi ambiente e condizione metereologica.                                                                                       Allo scopo di spingere il test di queste caratteristiche un po’ “all’estremo”, ho utilizzato tutti i capi Lurbel del test per ben 7 volte consecutive senza alcun lavaggio, sia in allenamenti molto lunghi che in allenamenti più brevi ma ad alta intensità, in condizioni metereologiche “difficili” (forte umidità, caldo, pioggia battente). Alla fine di ogni allenamento i capi indossati emanavano un lievissimo cattivo odore (“spiacevole” odore “di utilizzo” e “di bagnato”, più che cattivo odore), percepibile solamente annusando l’indumento da molto vicino (a pochi cm di distanza). Cattivo odore tendente a scomparire quasi totalmente dopo aver steso gli indumenti qualche ora all’aria. Questa caratteristica rende i capi tecnici Lurbel estremamente funzionali (e non sgradevoli per i compagni di avventure/allenamento/viaggio) per l’utilizzo in attività outdoor di lunghissima durata o in attività di più giorni all’avventura, quando non è garantita la possibilità di cambiarsi o lavare quotidianamente gli indumenti indossati.

I capi tecnici Lurbel che ho testato svolgono bene la loro funzione traspirante, in particolar modo se indossati come unico strato. In casi di forte umidità esterna, grande caldo o utilizzo come intimo tecnico sotto capi non eccessivamente traspiranti (come ad esempio giacche o gilet antivento/antipioggia oppure maglie tecniche di scarsa qualità) può capitare che gli indumenti Lurbel si bagnino, ma anche in quest’ultimo caso è difficile che siano “inzuppati”. Non si raggiunge mai la sensazione sgradevole di bagnato o freddo sulla pelle, tant’è che spesso mi sono reso conto solo a fine attività che l’indumento in questione fosse bagnato, una volta tolto di dosso.                                                                                                                                                                  L’abbigliamento tecnico Lurbel garantisce la termoregolazione corporea ottimale in ambienti e condizioni con temperatura variabile, in una ampia fascia di temperature. Il range di utilizzo ottimale di ogni singolo capo è “consigliato” dall’azienda produttrice, anche in questo caso in maniera molto precisa e dettagliata, nelle specifiche termiche del singolo prodotto.                                                      Grazie all’ottima traspirabilità e termoregolazione corporea, non si ha mai la sensazione di avere freddo, né tantomeno di avere caldo, anche quando l’escursione termica è elevata e i cambiamenti metereologici repentini durante lo svolgimento della stessa attività. La sensazione è sempre quella di confort estremo sotto ogni aspetto durante gli allenamenti, anche quelli più lunghi e intensi.

Conclusioni

I capi tecnici Lurbel si classificano come prodotti di alta fascia nel mercato dell’abbigliamento tecnico sportivo di alto livello, grazie all’utilizzo di materiali di qualità elevata e di tecnologie costruttive all’avanguardia, frutto di una ricerca continua e meticolosa.

Da evidenziare l’ottimo rapporto qualità prezzo dei prodotti Lurbel rispetto alla concorrenza.

Altro Punto indubbiamente a favore, la produzione rigorosamente “artigianale” made in Spain, con la maggior parte dei macchinari utilizzati di produzione Italiana.

Lurbel si rivela una piacevole scoperta, ancora non molto conosciuta dal grande pubblico, ma dalle grandi potenzialità: sicuramente farà parlare di sè!

Se sei curioso di scoprire maggiori dettagli di ogni singolo capo tecnico che ho testato, non perderti i prossimi articoli su questo blog, nei quali descriverò uno a uno, in ogni minimo particolare, questi “gioielli tessili” in azione!

 

 

abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
abbigliamento tecnico Lurbel
outdoor srl shop
Articoli recenti

Home | Alpinismo | Camping | Climbing | Trail Running | Trekking | Viaggio | Eventi | Shop | Scrivi una mail | Chi siamo | Contattaci

OUTDOOR SRL

P.IVA 08372691009
06 723 3494

SEGUICI SU

    

Copyright © 2017 Outdoor Srl All trademarks property of their respective owners