Scarpa da Trail Running 

LA SPORTIVA HELIOS SR

Escursione gruppo del Viglio
La storica azienda Italiana La sportiva definisce le Helios SR come “la calzatura de La Sportiva leggera e minimalista dedicata al mondo delle sky races ed alle competizioni verticali”.

“Ogni dettaglio è pensato per contenere il peso al minimo senza rinunciare ad elementi strutturali e protettivi fondamentali per correre in gara. La struttura della tomaia è realizzata con uno scheletro leggero in alta frequenza e con un reticolo di EVA morbida traspirante e confortevole. Massima attenzione è stata riposta alla flessibilità, tale da favorire il movimento naturale del piede senza costrizioni nelle zone anteriori di flex. Helios SR adotta una tomaia molto fasciante a costruzione Slip-on per facilitare la calzata. L’intersuola ad iniezione con tecnologia Morpho Dynamic ed il battistrada FriXion XT a doppia mescola, lavorano in sinergia per un’ottima ammortizzazione. Dettagli quali gli inserti catarifrangenti, i rinforzi in punta e tallone in microfibra e la serigrafia interna protettiva, sono pensati per soddisfare l’off-road runner più esigente. Helios SR porta il minimalismo sul terreno di gara”.

Attività di utilizzo

Corsa in montagna (trail running)

 

Dove l’ho testata

Percorsi collinari con fondo misto asfalto/off-road, trails in collina/montagna da semplici a molto tecnici. Praticamente su ogni tipo di terreno, o quasi: asfalto, cemento, terra battuta, brecciolino, bosco con radici/rami/letto di foglie, sassi, rocce appuntite/taglienti, erba bassa e alta, fango, neve fresca. 

 

Condizioni tecniche

Allenamenti di media durata (60/90’) con fasi ad alta/altissima intensità. Allenamenti di media/lunga durata a bassissima/bassa intensità (2/4h). Ultra trail sul percorso del Cammino dei Briganti, 13h di corsa no stop a bassa/media intensità. Allenamento di winter trail running da circa 4h a bassa intensità, interamente su neve fresca (circa 30cm).

 

Condizioni meteo

Qualsiasi condizioni meteo: sereno, nuvoloso, piovoso con pioviggine/temporali/piogge incessanti e abbondanti. Temperature fra i 0° e i 25°. A volte forti raffiche di vento.

 

Durata della prova

Tre mesi, da Ottobre a Dicembre.

 

Aspetti tecnici

  • Tomaia – Single mesh traspirante anti-abrasione + ghetta integrata
  • Fodera – Mesh anti-scivolo
  • Intersuola – MEMlex eva ad iniezione ed Endurance Platform
  • Plantare – Ortholite Mountain Running Ergonomic 4mm
  • Suola – Mescola FriXion XT ultra aderente
  • Drop – 2 mm
  • Misure – 36 – 47,5 (comprese mezze misure)
  • Peso – 480 g (al paio, misura 42)

 

Il test

Appena tirata fuori dalla confezione, la Helios SR colpisce immediatamente per il suo stile accattivante e “aggressivo”, esaltato dai “classici” colori La Sportiva. 

Toccandola con mano si percepisce immediatamente che si tratta di una scarpa da trail dall’approccio minimalista, proprio come dichiarato dall’azienda produttrice: leggera, morbida, molto flessibile ed elastica nella prova di piegamento su se stessa. Si nota subito la qualità dei materiali utilizzati e la cura di ogni dettaglio.

La calzata è semplice, rapida e precisa, agevolata dalla presenza della piccola ghetta interna (costruzione Slip On) che unisce la linguetta alla tomaia. 

Una volta indossata la Helios SR,  la percezione è quella di massimo confort. La tomaia è avvolgente ma non stretta. La toe box, seppur non estremamente ampia (o “wide”, per dirla in stile internazionale), lascia spazio alle dita di distendersi sia in lunghezza che in larghezza, purché la misura della scarpa scelta sia quella corretta. L’efficace sistema di allacciatura consente di regolare al meglio la calzata. 

Fin dai primi passi trovo il feeling giusto con la scarpa. Per me davvero una rarità.

L’intersuola a iniezione con tecnologia Morpho Dynamic è morbida ed elastica. Garantisce comfort, la giusta dose di ammortizzazione e un ottimo ritorno di energia elastica ad ogni passo. La morbidezza dell’intersuola consente alla Helios SR di sagomare qualsiasi terreno con semplicità ed efficienza, anche i percorsi molto tecnici, rocciosi e pieni di asperità. In azione combinata con il battistrada FriXion XT a doppia mescola garantisce un’ottima aderenza, stabilità e trazione su tutti i tipi di fondo, perfino i più ostili, anche nelle condizioni di maggiore instabilità come fango, umido e bagnato. Grazie alla mescola morbida ed elastica, l’intersuola offre una buona dose di protezione della pianta del piede dalle asperità del terreno; l’impatto con sassi sporgenti, rocce appuntite e radici a volte può farsi sentire, in particolar modo col trascorrere delle ore di allenamento, quando inizia a sopraggiungere la stanchezza, richiedendo l’intervento di un piede strutturato, forte e reattivo, pronto ad assorbire parte dell’urto. 

La leggerezza, il drop quasi nullo (2mm), l’estrema flessibilità, la Flex-zone anteriore libera di costrizioni per favorire il movimento naturale del piede e l’assenza di supporti/guide per stabilizzare la corsa, la rendono una scarpa perfetta per corridori con una buona tecnica di corsa, un corpo e piedi già abbastanza forti e strutturati.

Nonostante l’orientamento alla performance e a una corsa minimalista, il comfort e l’ottimo feeling che la Helios SR è in grado di garantire senza sacrificare una buona dose di ammortizzazione, protezione e stabilità in ogni condizione, la rendono a mio avviso una scarpa adatta anche al corridore che voglia approcciare con gradualità uno stile di corsa più “naturale”. Il consiglio personale è di iniziare da allenamenti di breve durata, a bassa intensità, su percorsi non tecnici e senza dislivelli eccessivi, lavorando in parallelo sulla tecnica di corsa e sulle proprie “strutture corporee”.

La tomaia è leggera e traspirante e permette un velocissimo drenaggio dell’acqua in caso di immersione totale del piede o di condizioni meteo avverse, temporali e pioggia incessante. Non ho avuto modo di metterla alla prova fino “allo stremo”, ma l’impressione è che, nonostante la leggerezza, sia in grado di offrire una discreta dose di protezione del piede da urti e sfregamenti con i detriti e gli ostacoli presenti sul percorso, e una discreta resistenza all’usura, agli strappi e alle abrasioni. 

I lacci, realizzati in materiale morbido ed elastico, consentono una allacciatura stabile e resistente, anche sui terreni più impervi e accidentati e con presenza di ostacoli pronti ad aggrapparli.

Estremamente confortevole e allo stesso tempo performante, personalmente l’ho trovata la calzatura perfetta per qualsiasi tipologia di allenamento di corsa off road, dall’ora di corsa alle ultra distanze, dalle bassissime intensità alle fasi più intense. 

Il feeling immediato e le sensazioni estremamente positive sono state confermate minuto dopo minuto, passo dopo passo, km dopo km, in ogni allenamento e utilizzo. 

Questa scarpa sorprende anche in condizioni “estreme” e distanti dalle sue caratteristiche di progettazione e realizzazione, come la corsa prolungata sulla (nella) neve fresca. La calzata avvolgente e la costruzione Slip On garantiscono un buon isolamento del piede dalla neve, l’ottimo drenaggio della tomaia consente al piede di non trattenere acqua gelida e di conseguenza di non gelare rapidamente, il battistrada FriXion XT garantisce buona aderenza, stabilità e trazione, per una corsa efficace e in sicurezza.

Se proprio dovessi trovarle un “difetto”, la Helios SR non eccelle per resistenza e durata, come del resto è normale aspettarsi da una calzatura progettata per la performance, in particolar modo per quella di breve/media durata. La calzatura dopo intenso utilizzo si presenta logorata nella suola; il terminale della suola incollata sulla punta è la prima parte a mostrare segni di cedimento. Dopo circa 300 km il battistrada inizia a presentare segni di usura importanti sulla tacchettatura, e nell’intersuola si evidenziano tagli e abrasioni dovuti ai passaggi su rocce affilate e agli urti con detriti. La mescola molto morbida è anche molto sensibile.

Ma non potrebbe essere diversamente per una scarpa da trail running con queste caratteristiche, progettata e realizzata per un determinato tipo di utilizzo e prestazioni. 

Suggerimenti

Scegliere correttamente la misura della scarpa. Per non sbagliare il mio consiglio è di fare riferimento sempre alla misura in cm. Una volta misurata la lunghezza del proprio piede scalzo in cm, per scarpe da trail running (in particolar modo per allenamenti/competizioni di lunga durata), aggiungere 1cm/1.5cm. Il valore in cm ottenuto dall’addizione corrisponde alla misura in cm della scarpa da scegliere. Questa procedura garantisce che una volta indossata la calzatura rimanga lo spazio di almeno 1cm tra l’estremità del piede e la punta della scarpa.

Scopri le Helios SR sul nostro shop

 

Chi ha recensito il prodotto

Luca Gargiulo 

Running & Trail Running Coach – Triathlon Coach – Endurance Coach

Trailrunner & Ultrarunner – Triatleta – Ciclista & Ultraciclista – Avventuriero

 

stage multipitch arrampicata - omino si arrampica su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia
omino si tiene su corda su falesia

Home | Alpinismo | Camping | Climbing | Trail Running | Trekking | Viaggio | Eventi | Shop | Scrivi una mail | Chi siamo | Contattaci

OUTDOOR SRL

P.IVA 08372691009
06 723 3494

SEGUICI SU

    

Copyright © 2017 Outdoor Srl All trademarks property of their respective owners